Lo strano caso di Twitter

Elon Musk sta continuando a far parlare. Come tutti sappiamo, l’ultima notizia è quella che l’imprenditore voglia acquistare il 100% di Twitter, il suo social media preferito. Solo pochi giorni prima, Elon Musk era diventato il maggiore azionista di Twitter dopo l’acquisizione del 9,2% delle azioni. L’acquisizione ha avuto un valore di più di 3 miliardi di dollari.

Il 9,2% di Twitter non basta

Adesso, Elon Musk dichiara di voler acquisire il resto. Ovvero, la volontà di detenere il 100% di Twitter. Sembrerebbe che Elon Musk sia stato mosso dalla missione di rendere la piattaforma più “libera”. In particolare, Musk ha più volte sottolineato (anche su Twitter) di voler garantire la libertà di espressione per garantire dinamiche veramente democratiche. Ha anche sottolineato l’esigenza di far partecipare maggiormente il pubblico a questo tipo di libertà.

Sembra, in particolare, che Elon Musk abbia preso davvero a cuore sia il tema della libertà che delle qualità tecniche di Twitter.

L’approccio di chi vede un progetto che non è sufficientemente valorizzato ma ricco di potenziale.

Dopo tutti questi tweet, appunto, la proposta di comprare il 100% del social media per 54,20 dollari ad azione. Ovvero un’offerta del valore di 43,4 miliardi di dollari.

Entusiasmo e Malcontento

Se da una parte molte persone sarebbero estremamente entusiaste del vivere l’esperienza di un “nuovo Twitter”, non si può dire lo stesso di altri. Molte persone, infatti, tendono a vedere di cattivo occhio il tentativo di Elon Musk di acquistare Twitter. Questo perché, quello di Musk, è di fatto il tentativo di una acquisizione ostile. Elon Musk ha “minacciato” di vendere le azioni appena acquistate in caso gli fosse impedito di acquisire il resto. Questo anche perché RC’è però da dire che, in effetti, nel mondo del business, le acquisizioni ostile sono all’ordine del giorno.

La guerra per il dominio su Twitter

Una cosa interessante è che si sta scatenando una sorta di guerra per il controllo sulla piattaforma. Di poche ore fa la notizia che Vanguard, la famosa società di investimento, ha comprato il 10,3% delle azioni di Twitter. Con questa acquisizione, le shares di Vanguard hanno superato quelle di Elon Musk.

Ma c’è sicuramente altro che sta succedendo. Il prezzo reale di una azione di Twitter, ora consigliata da Goldman Sachs, è stimata essere intorno ai 30 dollari. Come anticipato, Elon Musk ha fondamentalmente offerto il doppio. La società potrebbe non accettare un’offerta che rientra oggettivamente nel meglio interesse per gli shareholders. Ma, in questo caso, (normalmente) dovrebbero avere qualche problema con la SEC.

Ad alcuni analisti sta sorgendo il dubbio che ci siano interessi politici che vanno oltre quelli economici tali da bloccare quella che sarebbe una vendita ovvia.

Stay in the Loop

Get the daily email from CryptoNews that makes reading the news actually enjoyable. Join our mailing list to stay in the loop to stay informed, for free.

Latest stories

- Advertisement - spot_img

You might also like...