Solana e la Proof of History

Nel settore della blockchain la scalabilità è una delle sfide più importanti da affrontare. Solana è una di quelle blockchain che ha, in parte, risolto questa problematica grazie ad un nuovo metodo di consenso. Si tratta della Proof of History. Grazie a questo, la blockchain è in grado di gestire migliaia di transazioni al secondo.

Solana è quindi una blockchain che fa della velocità il suo cavallo di battaglia. Ovviamente, gli utenti che utilizzano la blockchain pagano le commissioni usando la criptovaluta nativa del network, SOL.

Solana è stata fondata nel 2017 (Solana Labs) e il suo sviluppo è coordinato dalla Solana Foundation.

Come Ethereum, è compatibile con gli smart contract e attiva nel mondo DeFi. Al momento, la rete preserva circa 5 miliardi di dollari di valore bloccato.

La Proof of History (POH)

La Proof of History, in realtà, non è proprio un meccanismo di consenso. In generale, infatti, possiamo dire che è una blockchain basata sulla Proof of Stake (POS) come tante altre. Il POH è, più che altro, un metodo per incrementare l’efficienza delle transazioni. In particolare, grazie al Proof of History permette di confermare l’ordine delle transazioni in modo più veloce. Grazie, tra l’altro, all’integrazione del Proof of Stake, i nodi riescono ad individuare molto velocemente l’ordine delle transazioni da convalidare.

In quanto blockchain basata sulla Proof of Stake, gli utilizzatori possono mettere in staking SOL sul network. Questo permette ai validatori (in totale sono circa 1700) di elaborare le transazioni sulla rete. Questa attività genererà delle ricompense che verranno poi condivise con chi ha messo i propri token in staking.

Problemi sul network

A fine Gennaio 2022, gli utenti hanno riscontrato grossi problemi sulla rete. A causa della generazione di diverse transazioni duplicate, infatti, il network è diventato instabile. Molti utenti, dopo l’ennesimo evento di congestione della rete, hanno smesso di credere nel progetto.

Il network è stato anche oggetto di attacchi Ddos a Dicembre 2021 e Settembre 2021.

Bank of America ama ancora Solana

Nonostante tutto, Bank of America continua a definire la blockchain come la “Visa del mondo Crypto”. Anche JP Morgan si è dimostrato un fan di Solana, soprattutto in riferimento alla gestione del business degli NFT.

Solana Pay

A Febbraio, Solana Labs ha annunciato Solana Pay. Questa feature renderà possibile pagare beni e servizi con la stablecoin USDC tramite la rete Solana. Un servizio che verrà integrato con Fantom e l’Exchange FTX. Il legame tra Solana e USDC è una delle ragioni per cui il network è molto apprezzato a livello istituzionale (forse anche per la sua centralizzazione).

STEPN

Tutta una serie di altri problemi di sicurezza sono stati temporaneamente oscurati dal successo di StepN. La lifestyle app, infatti, è stata lanciata proprio sul network Solana. Come in molti sapranno, si tratta di una piattaforma che paga gli utenti in criptovalute a fronte dei loro km di camminata o corsa.

Il prezzo di SOL non ha performato bene

Come tutte le altcoin, in realtà, SOL non se la sta passando benissimo in termini di price action. Persino Bitcoin, ha conosciuto tempi ben migliori. E come sappiamo, tutte le criptovalute sono correlate a BTC. Se non altro, però, Bitcoin non è stato soggetto di una valanga di brutte notizie e problemi tecnici.

La presenza e sviluppo di Near Protocol potrebbe anche aver contribuito alla price action scadente di SOL. Dopo tutti i problemi di Solana relativi alla sicurezza, infatti, sembra che molti utenti si siano spostati su Near, considerato il competitor principale del network.

La circulating supply di Solana (SOL), tra l’altro, è recentemente aumentata. In totale, l’offerta sembra essere aumentata di circa 20 milioni di dollari. Questo potrebbe aver influito negativamente sul prezzo.

Lo sviluppo di Neon

Neon è un progetto di Solana. Si tratta di uno smart contract layer EVM compatibile. L’implementazione del EVM sarà in grado di processare 4500 transazioni al secondo. Questo renderebbe Solana, la criptovaluta EVM compatibile più veloce del mercato. Neon, secondo i piani, sarà lanciato per la fine di Giugno 2022.

Unisciti al canale Telegram per restare aggiornato

Stay in the Loop

Get the daily email from CryptoNews that makes reading the news actually enjoyable. Join our mailing list to stay in the loop to stay informed, for free.

Latest stories

- Advertisement - spot_img

You might also like...