Polkadot cos’è e quali sono i suoi migliori progetti

Polkadot cos’è? Si tratta di una blockchain di terza generazione con l’obiettivo di creare una rete universale in grado di connettere le diverse blockchain. Polkadot, fin dalla sua nascita, è stato estremamente focalizzato sulla costruzione del Web 3.0. Secondo Polkadot, il Web 3.0 sarà proprio basato sulla cooperazione di diverse blockchain.

Polkadot cos’è? Definito come un Layer 0, è stato fondato dalla Web3 Foundation e Gavin Wood, anche co-fondatore di Ethereum. Si tratta ovviamente di un protocollo open source, dove chiunque può andare a sviluppare la sua blockchain parallela. Ogni blockchain parallela viene chiamata parachain, mentre il network principale di Polkadot è denominata come Relay Chain. Le parachain sono quindi una serie di blockchain (Layer 1) che girano all’interno dell’ecosistema Polkadot, sia sulla rete Polkadot che sulla rete Kusama.

Polkadot cos’è e quali sono i suoi vantaggi

Uno degli aspetti fondamentali di Polkadot è la customizzazione. La rete consente infatti ad ogni blockchain di personalizzare moltissimo le proprie funzionalità.

Polkadot è inoltre in grado di offrire un elevato livello di interoperabilità  offrendo la possibilità a diversi ecosistemi di nascere, evolversi con le relative parachain e comunicare tra di loro.

Utilità del token (DOT)

Il token di Polkadot consente di avere i relativi diritti di governance, come accade per diversi altri progetti basati sulla Proof of Stake.

Dal momento che i DOT possono essere messi in staking, l’utilità del token è anche quella di facilitare il sistema di consenso sulla rete.

Un altro modo per utilizzare i DOT è quello di bloccarli per partecipare alle aste parachain che danno alla luce nuovi progetti. Ogni nuova parachain, infatti, viene aggiunta all’ecosistema attraverso il meccanismo delle aste. I token bloccati in un’asta specifica, verrano poi sbloccati dopo un certo periodo di tempo.

Tra questi progetti, ecco un elenco tra i più interessanti:

Acala Network (ACA)

Il team di Acala aveva avuto già esperienze nell’ecosistema Polkadot, avendo loro sviluppato, ad esempio, Polka Wallet, il wallet mobile di Polkadot. Acala si definisce come una reta di finanza decentralizzata e hub di liquidità per Polkadot. Compatibile con Ethereum, Acala è una rete L1 che presenta alti livelli di scalabilità. Tramite Acala, gli utenti potranno accedere a diversi asset basati su Polkadot e derivati, stablecoin e liquid staking. È facile pensare che, quando il network di Acala sarà attivo, questo porterà un notevole valore aggiunto a Polkadot. Acala intende inoltre sviluppare un Exchange Decentralizzato con funzionalità cross-chain.

Acala è stata la prima parachain ad assicurarsi uno slot nell’ecosistema, grazie a 32 milioni di dot bloccati come contributo e 190.000 utenti. I primi token di Acala, ACA, saranno distribuiti a questi contributors.

Moonbeam (GLMR)

Fondata nel 2020, Moonbeam ha la missione di creare un futuro multi-chain. È infatti comune pensare che un giorno le blockchain non lavoreranno in modo separato come oggi. Dopo tutto, le criptovalute possono esprimere il loro massimo potenziale proprio se sono in grado di comunicare tra di loro. Moonbeam offre soluzioni per smart contract e interoperabilità con Ethereum verso il sistema Polkadot. Questi elementi potranno rendere il Web 3.0 più accessibile e facile da utilizzare. I servizi che Moonbeam potrà offrire includono DApp, collaborazioni EVM, integrazioni cross-chain e on-chain governance.

Moonbeam è stato il secondo progetto che ha avuto successo tramite il sistema della aste Polkadot.

Clover Finance (CLV)

Clover Finance ha l’obiettivo di creare una blockchain che possa supportare gli sviluppatori riducendo i loro sforzi e costi nell’ambito della DeFi. Si definisce come una Blockchain Operating System. La sua struttura è composta da quattro layer principali: Storage, smart contract, protocollo DeFi ed eApp. Clover Finance offre un servizio che consente di trasferire un asset da una base chain ad una blockchain secondaria e viceversa, andando a bloccare temporaneamente l’asset su una rete andando a sbloccarlo sull’altra.

Efinity (EFI)

Nel 2021 Enjin ha lanciato Efinity, come una parachain Polkadot, in collaborazione con la Web3 Foundation. Efinity vuole essere una blockchain di nuova generazione pensata per gli NFT. Una blockchain che garantirebbe fee molto più basse rispetto ad Ethereum. Efinity gestirebbe gli NFT attraverso una nuova infrastruttura denominata come ERC 1155 token standard, che permette ai developer di sviluppare token fungibili e non all’interno dello stesso smart contract. Il progetto, inoltre, sarà in grado di gestire 700 transazioni al secondo.

Efinity è stata la sesta parachain ad essere aggiudicata, con 7.7 milioni di DOT bloccati.

Stay in the Loop

Get the daily email from CryptoNews that makes reading the news actually enjoyable. Join our mailing list to stay in the loop to stay informed, for free.

Latest stories

- Advertisement - spot_img

You might also like...