Pagamenti in crypto e mining: le novità da Google e Intel

Buone notizie dal mondo tech. Google e Intel stanno facendo passi avanti nel settore crypto e sopratutto in riferimento ai pagamenti in criptovalute Negli ultimi giorni Bitcoin ha annoiato diversi analisti ed investitori continuando a lateralizzare intorno ai 42k-43k dollari. Complice di questi movimenti per molti deludenti la leva finanziaria.

Ma ogni tanto, e anche più di ogni tanto, fa bene distogliere lo sguardo dai grafici – deludenti o entusiasmanti che siano – per concentrarsi sui fondamentali. Dopo tutto, sono proprio i fondamentali che rendono il prezzo di BTC, da tempo superiore ai 40.000 dollari, una visione deludente. I fondamentali sono quindi cambiati, nonché decisamente migliorati rispetto ad un anno fa quando il prezzo era, sì, lo stesso ma tutti erano in prenda ad un feroce entusiasmo. Ora, osservando quel prezzo, rimaniamo delusi.

E mentre noi rimaniamo delusi, notizie di potenziali canali di mass adoption continuano a proliferare. Un esempio sono i rumors di Bloomberg che riporta che Google abbia assunto un importante profilo senior di PayPal, Arnold Goldberg, per contrarsi sullo sviluppo dei suoi servizi finanziari.

È da diverso tempo che Google cerca di sfondare in questo settore. Ci ha provato con Google Pay, progetto con cui non ha sicuramente fallito, ma i googlers si aspettavano sicuramente di più. L’unico Paese in cui Google Pay ha avuto un discreto successo è stata l’India. Negli altri Paesi, Apple ha dominato il mercato.

La mossa di assumere un ex di PayPal

In generale, volendo Google espandere la propria importanza nel mondo finanziario e dei pagamenti, assumere Goldberg non può che essere una mossa furba. Ma ricordiamo anche che, in particolare, PayPal ultimamente ha fatto passi da gigante nel settore delle criptovalute. Ad esempio, a Novembre 2021 PayPal ha annunciato che avrebbe permesso di effettuare pagamenti in crypto (Bitcoin, ETH, Litecoin e Bitcoin Cash).

Inoltre, tra tutte le app che coinvolgono le crypto, PayPal è la più scaricata. Ma non è tutto. Dopo poche settimane la notizia che PayPal aveva cominciato a lavorare sulla propria stablecoin, rumor confermato, di nuovo, da Bloomberg. Potrebbe quindi essere che Google stia cercando un po’ di ispirazione per svilupparsi nel settore dei pagamenti in crypto?

Non solo PayPal

Sì, possiamo confermare che Google non vuole essere tagliata fuori dal mondo crypto. Perché se questo avvicinamento a PayPal già la diceva lunga, l’ultima garanzia arriva dalla partnership con Coinbase, uno degli Exchange di crypto più grandi al mondo. E ancora, dopo Coinbase, la partnership con BitPay, il fornitore di servizi di pagamento in Bitcoin. Secondo alcune fonti, il fine di queste partnership è quello di permettere ai clienti di conservare criptovalute nelle loro carte, pur continuando a pagare tramite valute tradizionali.

Intel punta sul mining di Bitcoin

Abbiamo invece chi decide di puntare su Bitcoin, ma dal punto di vista dell’hardware. Durante il prossimo ISSCC (una conferenza che vuole riunire le migliori realtà legate al settore dei chip) l’azienda vuole infatti presentare un suo nuovo prodotto denominato come Bonanza Mine. Si tratterebbe di un processore dedicato al mining per Bitcoin, ma ad altissima efficienza energetica. La stima è quella di una riduzione del consumo energetico del 15% rispetto ai tradizionali processori (ASIC).

Grazie alle sue dimensioni e capacità produttive Intel avrebbe certamente la possibilità di dare del filo da torcere ai concorrenti del settore del crypto-mining.

Questo crescente interesse verso le criptovalute, non solo da parte delle istituzioni finanziarie, ma anche da parte delle più grandi aziende tecnologiche, è sicuramente una dimostrazione che l’attenzione verso il settore delle cryptovalute sta crescendo sempre di più. Inoltre, i pagamenti in crypto, su cui si sta muovendo Google, rappresentano solo uno dei tanti casi d’uso di una tecnologia dentralizzata.

Stay in the Loop

Get the daily email from CryptoNews that makes reading the news actually enjoyable. Join our mailing list to stay in the loop to stay informed, for free.

Latest stories

- Advertisement - spot_img

You might also like...