Modigliani: provocazione in NFT appare sul dipinto

L’Istituto Modigliani è una associazione no profit nata per celebrare e diffondere la storia ed i lavori di Amedeo Modigliani. Missione dell’iniziativa è stata, fin da subito, quella di connettere arte e tecnologia. Il Board dell’Istituto è composto da professionisti volontari che mettono a disposizione le proprie competenze per realizzare questa missione.

Amedeo Modigliani

Modigliani, livornese di nascita (1884), è stato un importante artista italiano conosciuto soprattutto per le sue rappresentazioni femminili. La maggior parte di queste sono caratterizzate da una generale sensualità, sguardo assente e colli affusolati. Nel 1906, si trasferì a Parigi. Qui condusse tutto il resto della sua vita fino alla morte avvenuta nel 1920.

Era un solitario ed un anticonformista. Un artista “maledetto” e antiborghese. E tanto umile da non permettersi di dipingere le pupille nei volti che voleva rappresentare. Gli occhi dei soggetti e la relativa interpretazione, l’anima, erano spesso sconosciuti all’artista, che dunque decideva di non dipingerli.

L’importanza dei colli, nella sua arte, si spiega nella loro capacità fisica di rappresentare la seduzione. Almeno secondo Modigliani. Perché è la parte del corpo che più di altre sa cantare in modo discreto (e provocante) la bellezza e l’eros femminile. Perché è una delle zone più erogene del corpo umano. Il ponte che collega il cervello al cuore, e poi più giù. Sempre più giù.  E forse è proprio quel “più giù” che Modigliani aveva desiderio di rappresentare. Ma sarebbe stato troppo per quell’epoca, e lui ne era ben consapevole.

Glielo fecero capire, quando colpito dalla censura delle autorità francesi. Questi ritennero i suoi quadri osceni ordinando la chiusura, prima ancora dell’inaugurazione, di quella che doveva essere la sua prima mostra personale a Parigi.

Modigliani NFT Project

L’Istituto ha voluto lanciare il Modigliani NFT Project per rendere l’artista immortale, nello spazio e nel tempo. Il progetto si compone del Modigliani Digital Collection. Una collezione che include 300 opere dell’artista realizzate anche in 3D e formato 5K. Troviamo anche Le Catalog des Maudites. Quest’ultima è una collezione di opere ispirate all’artista realizzate da artisti contemporanei.

Le Catalog ds Maudits sta raccogliendo le opere degli artisti che verranno mintate (su Opensea) da parte dell’Istituto Modigliani il 25 Giugno. La collezione di opere si basa sulla Blockchain ETH. La Road Map completa può essere visualizzata sulla sezione del sito dell’Istituto relativa al Modigliani NFT Project. La collezione attuale, può essere osservata qui.

Crypto Artist Cupydo parteciperà al progetto?

Da qualche mese stiamo seguendo le iniziative del Crypto Artist italiano, Cupydo. Non si conosce il suo vero nome o il suo volto. Ma comincia a diffondersi il suo operato, fatto di messaggi importanti e provocazioni. Esempi passati sono stati l’installazione di opere NFT sulla metropolitana di Milano e i 1000 NFT che hanno invaso Milano, contro la guerra in Ucraina.

Sembrerebbe che Cupydo si mostrerà di nuovo, attraverso una sua opera, attraverso l’iniziativa dell’Istituto Modigliani. Questo avverrà attraverso la presentazione di un pezzo unico della sua collezione UNcensurART, chiamato Aldilà dei colli” n.1. Un omaggio, ovviamente, ad Amedeo Modigliani. L’approccio dell’utente sarà sempre lo stesso. Un’opera ispirata che si completa con l’interazione dell’utente stesso attraverso la materializzazione di un NFT.

Nei prossimi giorni, l’opera sarà inserita nell’elenco di quelle già condivise sul portale.

Aldilà dei colli

Un titolo che vuole spingere l’osservatore a scoprire cosa si nascondesse realmente dietro quei colli. Cupydo vuole far rinascere Modigliani e farlo esprimere, così come Modigliani avrebbe voluto esprimersi. Senza filtri, con la voglia e con la gioia di rappresentare il femminile e la sua accezione sensuale e seduttiva.

Un “aldilà” che sembra richiamare anche una simbologia riferita all’oltretomba. Un luogo o una condizione di continuazione dell’esistenza, spesso solo in forma immateriale come anima o spirito disincarnato dopo la morte fisica. L’intento sembra essere quello di far trasparire l’anima della tela che fuoriesce da essa e si palesa in tutta la sua essenza, attraverso l’innesto digitale.

Stay in the Loop

Get the daily email from CryptoNews that makes reading the news actually enjoyable. Join our mailing list to stay in the loop to stay informed, for free.

Latest stories

- Advertisement - spot_img

You might also like...