El Salvador ospiterà 44 Paesi per parlare di Bitcoin

La scorsa domenica il Presidente di El Salvador, Nayib Bukele, ha annunciato su Twitter l’incontro con 44 Paesi per discutere di alcune questioni. Tra queste, ci sarà Bitcoin. L’incontro si terrà il giorno 17 Maggio 2022.

“Domani, 32 banche centrali e 12 autorità finanziarie (44 paesi) si incontreranno in El Salvador per discutere di inclusione finanziaria, economia digitale, operazioni bancarie senza banca, lancio di Bitcoin e i suoi vantaggi per il nostro Paese.”

La maggior parte dei rappresentati vengono da Paesi in via di sviluppo. Troviamo infatti Egitto, Pakistan, Angola, Madagascar, Kenya, Paraguay, Nepal e Nigeria.

Nuovi Paesi adotteranno Bitcoin?

Non è chiaro se l’incontro sia stato pianificato specificatamente per discutere dei vantaggi di Bitcoin. Ma risulta sicuramente interessante che Bitcoin sarà uno degli argomenti di discussione. Questo durante conferenze in cui il tema generale sarà la valorizzazione economica dei Paesi in via di sviluppo. Come specificato da Bukele, uno degli argomenti principali sarà quello dell’inclusione finanziaria.

Ad esempio, anche l’Honduras sarà presente all’incontro. Paese che già stava valutando una possibile adozione di Bitcoin.

L’adozione in El Salvador

Come molti sapranno, El Salvador è stato il primo Paese a rendere Bitcoin valuta a corso legale (non che Bitcoin abbia bisogno di essere considerato legal tender per essere effettivamente adottato). Il governo ha istituito un wallet pubblico, chiamato Chivo Wallet. Un wallet creato dal governo che permette ai cittadini di scambiare dollari con Bitcoin e inviare Bitcoin senza commissioni.

Al momento, l’adozione nel Paese non è stata massiva. Dopo l’iniziale download del wallet, infatti, solo il 40% della popolazione ha dichiarato di continuare ad utilizzare il servizio. Inoltre, rispetto alla popolazione complessiva, sembra che solo il 60% abbia scaricato Chivo. Tuttavia, una delle ragioni che può esserci dietro ad un livello di adozione più basso di quanto sperato, può essere l’attuale volatilità ed impulsi ribassisti del prezzo.

Tuttavia, alcuni esponenti vedono il bicchiere mezzo pieno, visto che solo il 30% della popolazione aveva accesso a dei conti correnti bancari.

Secondo uno studio, gli utenti che hanno scaricato il wallet hanno diminuito l’utilizzo dei contanti del 10%. Inoltre, l’utilizzo delle carte di debito si è ridotto del 11%. Lo stesso studia mostra anche che il 20% delle aziende accetta Bitcoin come mezzo di pagamento. È da notare che le aziende che, invece, accettano le carte di credito e di debito sono solo il 25%.

I risultati raggiunti fino ad ora sembrano abbastanza positivo. Che qualche nuovo Paese, tra quelli elencati, stia pensando di seguire l’esempio di El Salvador?

Stay in the Loop

Get the daily email from CryptoNews that makes reading the news actually enjoyable. Join our mailing list to stay in the loop to stay informed, for free.

Latest stories

- Advertisement - spot_img

You might also like...