Come acquistare Bitcoin in modo sicuro

In questo articolo cerchiamo di capire come acquistare Bitcoin in modo più sicuro possibile. Andiamo quindi ad esplorare gli accorgimenti da prendere per incrementare la sicurezza. Questo soprattutto se si decide di detenere Bitcoin per il lungo periodo.

Per questo articolo abbiamo preso ispirazione dai consigli di Massimo Masumeci, CTO di Denali Sàrl, una azienda di sviluppo software basata in Svizzera.

Qualche tempo fa, Massimo Masumeci ha anche pubblicato un video su YouTube in cui spiega proprio questi accorgimenti.

Lui stesso afferma che troppe poche persone che acquistano Bitcoin tengono conto dell’importanza della sicurezza e della privacy. Si tratta di elementi fondamentali che vengono gestiti dalle banche, più o meno bene, quando si tratta di valute tradizionali. Nel caso di Bitcoin, sono gli utenti che devono adottare i giusti accorgimenti per garantirsi i livelli adeguati di sicurezza.

Non bisogna passare dagli intermediari

Per aver determinati livelli di sicurezza garantiti bisogna iniziare a muoversi bene fin dall’inizio. Ovvero, dal momento dell’acquisto di Bitcoin. Ma come acquistare Bitcoin in modo sicuro?

Idealmente, bisognerebbe evitare di utilizzare intermediari come Exchange Centralizzati per acquistare BTC. Allo stesso modo, sarebbe bene evitare di detenere i propri Bitcoin in wallet custodial, ovvero dove le chiavi private sono detenute dall’intermediario.

Come acquistare Bitcoin in modo sicuro

La maggior parte delle persone acquista utilizzando gli Exchange Centralizzati (CEX). Non c’è nulla di male in questo tipo di approccio. Ma è bene ricordare che i CEX sono tenuti a raccogliere i dati delle persone e in certi casi e per certi dati, a verificarli (KYC). Un CEX può chiedere la carta d’identità, curriculum, possibilità di guadagno, mestiere svolto, indirizzo ed altre informazioni.

È anche vero che i CEX permettono di acquistare Bitcoin in modo piuttosto semplice e veloce. Quindi una regola potrebbe essere quella di prelevare subito i Bitcoin appena acquistati dal CEX. Infatti, in ogni momento e per qualsiasi ragione il CEX potrebbe bloccare il conto degli utenti, bloccare gli asset o inserire delle restrizioni. Senza contare che possono sempre accadere episodi di attacchi esterni come attacchi da parte di hacker (not your keys, not your crypto).

Leggi anche: Bitcoin ha un problema di privacy?

Dove depositare i Bitcoin prelevati?

Masumeci suggerisce di detenere due diversi wallet, uno basato su software ed uno basato su hardware. In particolare, viene consigliato di configurare il wallet “soft” Wasabi e anche il Ledger (hardware wallet) integrato con il wallet criptato open source Electrum.

Il consiglio è quello di depositare i Bitcoin direttamente sul wallet Wasabi. In questo momento, i Bitcoin depositati non sono ancora protetti da privacy, in quanto il CEX è in grado di osservare che i BTC sono usciti dall’Exchange e depositati su un determinato indirizzo.

Quello che potrebbe essere fatto in questo caso è una attività di Coinjoin. Si tratta di una procedura che permette l’oscuramento della traccia delle transazioni. E questo si può fare direttamente su Wasabi. Una volta fatto, è possibile spostare i Bitcoin sull’hardware wallet (Ledger + Electrum). Qui, i Bitcoin potranno essere detenuti a lungo termine.

Unisciti al canale Telegram

Stay in the Loop

Get the daily email from CryptoNews that makes reading the news actually enjoyable. Join our mailing list to stay in the loop to stay informed, for free.

Latest stories

- Advertisement - spot_img

You might also like...