Boom criptovalute nel 2022: i millenial guidano l’adozione

Come riporato da Cointelegraph, i giovani lavoratori guideranno l’adozione di massa degli asset digitale portando ad un vero e proprio boom delle criptovalute che inzierà nel 2022.

Perché i giovani lavoratori, che potremmo definire come Millenials (che hanno tra i 27 ed i 40 anni) si stanno sempre più spostando su questi asset digitali? In contesti storici in cui i figli hanno tendenzialmente sempre superato il benessere raggiunto dai genitori stupisce che, questa volta, non sia esattamente così.

Già negli anni scorsi molte analisi hanno riportato che una buona fetta dei Millenial godrà, infatti, di un benessere e ricchezza inferiore ai propri genitori (almeno il 17%). La media ci dice che il reddito medio diminuisce del 4% su scala globale. L’Europa, in particolare il Sud Europa, cerca sempre di primeggiare in questo tipo di classifiche raggiungendo livelli del -30%. Questo senza considerare i preoccupanti tassi di disoccupazione della generazione ancora precedente.

Sembra che sia proprio la voglia di riscatto di questa generazione ciò che guidi la scelta di investire, in primis, in criptovalute.

Boom criptovalute: il Report di Morning Consult

Morning Consult ha pubblicato negli scorsi giorni un report chiamato The State of Consumer Banking & Payments. Lo scopo del report era quello di interpretare come i consumatori stanno gestendo le proprie finanze in relazione alla crisi causata dalla pandemia.

Attraverso più di 50.000 interviste, Morning Consult ha rilevato che la generazione dei Millenials ha superato qualsiasi altra generazione nell’adozione di tecnologie finanziarie innovative. In particolare, il 2021 è stato un anno importantissimo per le criptovalute. Tra le famiglie di Millenial, infatti, il 30% possedeva criptovalute a giugno2021. Una percentuale che sale fino al 48% nel corso del dicembre successivo.

Il report spiega che questo è probabilmente dovuto al fatto che la ricchezza ed il benes sere generale dei Millenials è rimasto più basso delle medie nazionali. Cause di questa diminuzione di benessere sono da attribuire al Covid-19 e alle sue varianti e all’inflazione degli Stati Uniti, seguita da quella degli altri Paesi.

Secondo Morning Consult, inoltre, questo trend potrebbe confermarsi nel 2022 il quale, quindi, si confermerà un anno di stagnazione del benessere finanziario. A sua volta questa dinamica potrebbe portare ad una adozione ed una quantità di investimenti in criptovalute ancora maggiore. Ecco perché si parla di un potenziale boom di criptovalute nel 2022.

Il Report di Crypto.com

Morning Consult e l’Exchange Crypto.com a distanza di circa un mese hanno pubblicato delle analisi sull’adozione delle crypto. È curioso osservare che, sebbene si tratti di due tipologie di analisi completamente diverse, entrambe giungono allo stesso risultato. In entrambi i casi, infatti, il messaggio è chiaro: il 2022 sarà un anno di svolta.

Il report di Crypto.com, chiamato Crypto Market Sizing, riportava che il 2022 potrebbe portare ad avere circa un miliardo di persone nel mondo in possesso di criptovalute. Questo a fronte dei 300 milioni di crypto investitori del 2021. In altre parole, Crypto.com si aspetta che gli utenti del mondo crypto, come minimo, triplicheranno in quantità.

Stay in the Loop

Get the daily email from CryptoNews that makes reading the news actually enjoyable. Join our mailing list to stay in the loop to stay informed, for free.

Latest stories

- Advertisement - spot_img

You might also like...